Blog

Gennaio 2015

Due strutture statali per valutare politiche e programmi pubblici

20/01/2015, marco → Attrezzare le strutture interne | Commenti (0)

Un recente decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri prevede la costituzione di due nuove strutture statali.

Presso la Presidenza del Consiglio e' costituito il Nucleo di valutazione e analisi per la programmazione (NUVAP). Il NUVAP sarà composto da non piu' di trenta componenti e potra essere articolato in diverse aree. A ciascuna area potrà essere preposto un coordinatore. Tra i compiti del Nuvap:
- la valutazione delle politiche, dei programmi e dei progetti di sviluppo socio-economico e territoriale ai sensi della normativa nazionale e dei regolamenti comunitari;
- l'ideazione e attuazione di iniziative per migliorare le capacita' di valutazione e di programmazione delle Amministrazioni pubbliche
- il coordinamento del Sistema nazionale di valutazione della politica regionale unitaria e le attivita' di raccordo della Rete dei nuclei di valutazione e verifica;
- l'elaborazione e diffusione di analisi, studi, metodi, strumenti, indicatori e basi informative per la valutazione di politiche, programmi e progetti;
- analisi, elaborazioni e contributi ai processi di programmazione delle politiche di coesione.

Al Nuvap si affiancherà il Nucleo di verifica e controllo (NUVEC) che sarà costituito presso l'Agenzia per la coesione territoriale. Anche questa struttura sarà composta da non più di trenta dipendenti e potrà essere suddivisa in aree guidate da diversi coordinatori. Tra i compiti del Nuvec:
- la verifica sull'attuazione dei programmi e dei progetti d'investimento delle Amministrazioni, enti e soggetti operanti con finanziamento pubblico con emissione di rapporti, referti ed eventuali proposte di revoca del finanziamento
- la verifica di efficienza, efficacia e degli effetti socio-economici dei programmi di investimento finanziati con risorse pubbliche e conseguenti proposte di provvedimenti e supporto alla progettazione
- la costruzione di strumenti per l'integrazione delle banche dati in materia di investimenti pubblici
- l'analisi finalizzata al miglioramento dell'azione amministrativa da parte delle Amministrazioni, enti e soggetti operanti con finanziamento pubblico nella realizzazione degli investimenti;
- il monitoraggio sulle iniziative di accelerazione degli investimenti pubblici.

Le due strutture prenderanno il posto rispettivamente dell'Unità di Valutazione (Uval) e dell'Unità di Verifica (Uver) che componevano il Nucleo tecnico di valutazione e verifica degli investimenti pubblici. Tali strutture operavano fino adesso presso il Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica. Le funzioni del Dipartimento sono state trasferite all'Agenzia per la coesione territoriale sottoposta alla vigilanza del Presidente del Consiglio dei ministri.

Una priorità (soprattutto in tempi di crisi): riconoscere le politiche che funzionano

03/01/2015, marco → Segnalazioni letture | Commenti (0)

Consigliamo la lettura di un interessante articolo di Ron Haskins pubblicato recentemente sul New York Times: Social Programs That Work.

L'articolo indica un obiettivo da perseguire anche in Italia: mettersi nelle condizioni, attraverso la conduzione di studi rigorosi, di capire quali politiche si sono rivelate efficaci (e in che misura lo sono) al fine di decidere se rifinanziarle o meno.

"Over time, an evidence-based approach should be a prerequisite for any program to get federal dollars. Shamefully, this has not been the case. When John M. Bridgeland led Mr. Bush’s Domestic Policy Council, he was amazed to find 339 federal programs for disadvantaged youth, administered by 12 departments and agencies, at a cost of $224 billion. Very few had been evaluated to determine whether they made a difference.

The evidence-based movement separates the wheat from the chaff. If this movement spreads to more federal programs, especially the big education, employment and health programs supported by formula-based grants, we can expect consternation and flailing as many program operators discover that their programs are part of the chaff.

This is why rigorous evaluation is often unpopular, for politicians in both parties."

Ron Haskins è codirettore del Center on Children and Families presso la Brookings Institution ed ha scritto insiema a Greg Margolis il volume “Show Me the Evidence: Obama’s Fight for Rigor and Results in Social Policy”.