Blog

Novembre 2013

Una consultazione pubblica sulla Guida europea alla valutazione

29/11/2013, marco → Iniziative internazionali sulla valutazione | Commenti (0)

La Commissione Europea ha aperto una consultazione pubblica sulla nuova guida alla valutazione delle politiche, ancora in versione di bozza. Sono invitati a partecipare tutti i cittadini ai quali è stato chiesto di rispondere in particolare a 6 domande.

1) Have you participated in evaluations of EU actions? With your experience in mind, do you think that by working according to these guidelines the Commission will generate useful results?
2) Will published forward planning, evaluation mandates and final reports together with assessments of their quality make it easier for you to follow the process and get involved in evaluation, or do you suggest other possibilities?
3) When do you think stakeholder input is particularly useful in the process? How much advance notice do you need to prepare your input?
4) Where and how is it best to publish the evaluation results so that they reach the widest possible public? How important is it for you to know what follow-up action is planned?
5) Do you think that the guidelines cover all relevant issues? Tell us about anything we have not covered well enough.
6) Are you aware of ‘good practice’ elsewhere that could motivate other improvements?

Per saperne di più clicca qui.

Valutare l'impatto di un nuovo intervento di contrasto alla povertà

27/11/2013, marco → Sperimentare le politiche pubbliche | Commenti (0)

Pubblichiamo il seguente post su segnalazione di Alessandro Rotilio, funzionario del Consiglio regionale della Lombardia.

"È stato inserito nel testo della Legge di Stabilità, ancora in fase di discussione, un dispositivo che prevede l’istituzione di una forma di reddito garantito: il Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA).

Questa misura è stata progettata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con un documento dal titolo “Verso la costruzione di un istituto nazionale di contrasto alla povertà”. Il progetto prevede anche lo svolgimento di attività di monitoraggio e valutazione, con particolare riferimento alla valutazione degli effetti accompagnata “da una decina di esperimenti randomizzati” [§ 3.3]."

Approvato il manifesto di CAPIRe, adesso si passa all'attuazione

18/11/2013, marco → Imparare a Spendere Meglio | Commenti (0)

Lunedì 28 ottobre, a Trieste, il Comitato di Indirizzo di CAPIRe ha approvato un documento programmatico dal titolo "Imparare a Spendere Meglio. Manifesto delle Assemblee regionali a favore di un impiego diffuso di strumenti e metodi per valutare l’efficacia delle politiche”. Il documento è stato presentato a Milano giovedì 7 novembre durante l’Assemblea plenaria della Conferenza dei Presidenti, che ne ha condiviso pienamente i contenuti. La versione definitiva del documento è disponibile nello scaffale di CAPIRe.

Prima della sua approvazione il Manifesto è stato oggetto di una consultazione pubblica che ha visto la partecipazione di circa 100 persone tra ricercatori, funzionari pubblici, liberi professionisti e rappresentanti di associazioni di interesse e organizzazioni del privato sociale. Il Presidente del Consiglio regionale della Puglia Onofrio Introna, capofila presso la Conferenza dei Presidenti sul tema Valutazione e Controllo, ha pubblicato a nome del Comitato di Indirizzo una lettera di ringraziamento indirizzata a tutti coloro che hanno preso parte a questa iniziativa.

Inizia adesso adesso la fase d'attuazione degli impegni assunti.

Studiare i comportamenti delle persone è vitale per le amministrazioni pubbliche

15/11/2013, marco → Segnalazioni letture | Commenti (0)

Un articolo pubblicato di recente su Nature e disponibile sul nostro scaffale sottolinea come i Governi dovrebbero investire - molto di più di quel che fanno attualmente - per studiare come le persone reagiscono alle politiche pubbliche. Come interpretano una nuova regola o una nuova informazione. Come usano un sussidio economico o un nuovo servizio. Se e in che misura adottano i comportamenti sperati e con quali conseguenze sui fenomeni che le politiche intendono modificare. L'autore dell'articolo è il prof. Oullier, che è stato dal 2009 al 2012 a capo del programma di neuroscienza e politiche pubbliche del Centro per le analisi strategiche del Governo francese. Il suo messaggio è chiaro: "Le pubbliche amministrazioni non possono più permettersi di adottare politiche senza che la loro efficacia sia prima testata con metodo scientifico". Per questo motivo invita i Governi europei a usare la sperimentazione controllata per valutare l'impatto dei loro interventi.